S.S. Lazio TFC A.S.D. - S.S. Lazio Calcio da Tavolo



Sei quiBlog / Blog di djspider8 / Les jeux sont faits.......rien ne va plus !

Les jeux sont faits.......rien ne va plus !


Da djspider8 - Pubblicato il 08 settembre 2007

Esordio mondiale

L'Artemisio - 8/9/2007 - Una partita disgraziata per una stagione da incorniciare ha fermato il giovanissimo Diego Tagliaferri, 10 anni, di Velletri, al Campionato del Mondo di Les Herbiers di Calcio da Tavolo. Alla sua prima esperienza mondiale, Diego si è tolto, comunque, la soddisfazione di battere il futuro Campione del Mondo PACE. Ecco il racconto dell'esperienza vissuta dal giovanissimo Diego, tesserato dell'ASD Lazio TFC e chiamato nella Nazionale Italiana, raccontata da chi è stato al suo fianco.
La nostra esperienza inizia venerdì 31 Agosto alle ore 4.15 del mattina, sveglia e tutti pronti per il volo diretto a Parigi che partirà alle ore 7 e dove ci congiungeremo con buona parte della comitiva azzurra. Si arriva a Parigi e, ultimate tutte le pratiche burocratiche si parte per Les Herbiers alle ore 11, sarà un viaggio lungo ed al Team Lazio si aggiungeranno 3 splendidi ragazzi di Cesena: Pasini, Muccioli e Rossi. Solo alle 16.30 riusciremo a trovare la nostra sistemazione finale. La comitiva si ritroverà con tutti gli altri azzurri che si trovavano già a Les Herbiers e in poco tempo siamo tutti pronti al via: ci si dirige verso la sede di gioco.
Le emozioni iniziano subito, amichevole per le formazioni Open dove l'italia sconfiggerà per 4-0 la compagine Francese e subito dopo Diego scenderà in campo ed onorerà per la prima volta la maglia azzurra nell'amichevole per categorie che verrà disputata contro la Francia e che terminera con il risultato di 5-1. Nonostante un primo tempo nervoso e contratto alla fine dell'incontro la vittoria del nostro alfiere sarà perentoria: 5-1 con Loic TROUILLARD. Si è detto molto sui campi di nuova produzione e dobbiamo dire che a noi sono sembrati un po lenti ma sopratutto troppo alti e troppo larghi per i bambini e non sarà un caso che al termine delle competizioni individuali U15 ed U12 siano arrivati i più alti ovvero quelli meno penalizzati dalle dimensioni del campo.
Finalmente mettiamo qualcosa sotto i denti e per le ore 23 riusciamo a ritirarci nel nostro alloggio, la sveglia il 1 settembre suonerà alle 7.00 visto che per le ore 8.00 è prevista la cerimonia ufficiale. Grande l'organizzazione dei francesi, bellissima e sobria la cerimonia di apertura che vedrà il nostro piccolo alfiere come portabandiera: è il più piccolo di tutta la spedizione azzurra ed è anche molto emozionato. Inizia il torneo individuale, il girone eliminatorio per Diego è molto faticoso visto che se la dovrà vedere con il futuro campione del mondo PACE che noi già conoscevamo se non altro per averne studiato i risultati. Il primo incontro verrà vinto dal nostro alfiere, il suo avversario Leny GOISNARD verrà sconfitto per 8-0 e non c'è respiro visto che Diego deve ancora giocare e stavolta contro il futuro campione del mondo Matthew PACE. Diego va sotto 0-1 ma pur non giocando benissimo riesce a pareggiare e a chiudere sul risultato di 2-1. Il girone eliminatorio è stato superato, siamo agli 1/8 di finale e l'organizzazione, dopo svariati cambiamenti in corsa e la qualificazione per tutti ed otto gli italiani, ci verrà riproposta nuovamente la finale del campionato italiano tra il nostro alfiere e Federico SOLARI: questa volta terminerà 2-1 per Diego in una partita sempre avvincente. Siamo ai 1/4 finale e contro ZAMBELLO si chiuderà la corsa di Diego che uscirà immeritatamente sconfitto, pagherà la sua imprecisione in zona tiro e sopratutto l'emozione di una giornata pesante e la supponenza per non aver mai dato ascolto al suo allenatore. Il torneo individuale prosegue e l'olandese Mitchell TIMMERS con il Maltese Matthew PACE trovano la loro finale: come scritto prima i giocatori più alti sono arrivati in fondo. TIMMERS non ci è sembrato irresistibile mentre PACE ha sempre dimostrato una grandissima precisione unita ad un tocco pulito nonchè dotato di grandissima disciplina tattica. PACE vincerà con merito imponendosi su TIMMERS con il risultato di 4-1. A PACE ed alla sua famiglia vanno i nostri più sentiti complimenti.
Il rammarico per non essere arrivati sino in fondo c'è ma Diego si riprende subito dalla delusione consolandosi con i suoi piccoli amici e con il biliardino: la discussione con il suo allenatore lo ha portato alla conclusione che qualcosa si è sbagliato ma anche che c'è sempre una seconda possibilità. La giornata porterà ben tre titoli mondiali all'Italia: nella categoria Open c'è Daniele Bertelli, nella categoria Veterani c'è Renzo Frignani e per finire nella categoria U19 c'è Stefano Buono: complimenti a tutti.
Cena in loco e tutti a dormire. La domenica la sveglia è fissata per le 7.20 e si giocherà la competizione a squadre che proprio all'ultimo minuto è stata allestita dall'organizzazione anche per la categoria minimes.
Ai nastri di partenza ci saranno 2 squadre per l'ITALIA, 2 squadre per la FRANCIA ed una squadra per L'Europa. Diego quale vincitore della Coppa Italia nonchè il Campione d'Italia in carica verrà schierato nella formazione B.
C'è sempre un'altra possibilità ed i ragazzi della squadra B, TAGLIAFERRI, FEO, SOLARI e LAMBERTI trovano immediatamente il giusto affiatamento e sconfiggono prima la FRANCIA A con il risultato di 3-1 e subito dopo l'EUROPA sempre con lo stesso risultato.
Bravi e disciplinati con il nostro Diego che ritrova immediatamente il bandolo della matassa sconfiggendo prima 3-0 il più forte dei francesi Stephan JACQUELIN e successivamente l'inglese Elliot BELLEFONTAINE con il perentorio risultato di 5-1.
Bene FEO, lo abbiamo visto migliorato tantissimo e benissimo va SOLARI che è sornione ed è preciso e che vince anche lui alla grande tutte le sue 2 partite. Una mansione particolare va a LAMBERTI: Michael si è dovuto fare carico di affrontare il neo campione del mondo uscendone sconfitto solamente per 0-1 con un palo preso all'ultimo minuto che grida ancora vendetta.
La finale di questo "minitorneo" non ufficiale verrà disputata tra ITALIA A ed ITALIA B e per la formazione B non ci sarà storia: solo Diego riesce a sconfiggere Emanuele LO CASCIO con il risultato di 3-1 e la sua carica di adrenalina non basta. Che bello vederli giocare, vederli chiamarsi uno con l'altro, vederli incitarsi l'uno con l'altro e la sconfitta è stata tutt'altro che scontata.
Il torneo a squadre ha riproposto nuovamente il nostro alfiere spumeggiante: gli abbiamo visto giocare delle partite veramente perfette e qui il nostro rammarico sale ancora di più.
La giornata si chiuderà con altri 4 titoli mondiali nelle categorie Open, Veteran, U15 ed U12. Peccato per la formazione femminile che, a nostro parere, con qualche altro innesto, avrebbe potuto essere decisamente più competitiva e aumentare ancora di più il nostro medagliere.
Per il nostro alfiere è stata sicuramente un'esperienza meravigliosa, stare assieme ad i suoi compagni di squadra, passare dal biliardo al biliardino al campo di subbuteo e all'acchiapparella è il succo di giocare per divertirsi anche quando non si vince. Un trionfo per i colori azzurri ai quali anche noi abbiamo contribuito, un trionfo dove una partita sbagliata non ha comunque compromesso una stagione da incorniciare dove Diego ha dato il meglio di se' stesso. L'esperienza di questi giorni francesi è stata davvero preziosa sopratutto per il futuro: cosa desiderare di piu?

Associazione

Calcio da tavolo

Federazioni e Circuiti
F.I.S.T.F.
F.I.S.C.T.
W.A.S.P.A

Materiali