S.S. Lazio TFC A.S.D. - S.S. Lazio Calcio da Tavolo



Sei quiLa storia del gioco

La storia del gioco


Il regolamento ETF v. 1.2

Per gli appassionati del subbuteo, quindi del gioco del Calcio da Tavolo, in onore della storia del nostro gioco abbiamo il piacere di allegare l'ultimo regolamento ETF attualizzato per il gioco con i materiali che oggi si trovano in commercio, lavoro è a cura di Marco Di Francesco (Subbuteisti Modena 1982).
Nelle note trovere il breve commento di Patrick Pace, ultimo Segretario Generale della ETF (European Table Football Association).
Buona lettura e buon gioco a tutti e ......... W il subbuteo!

Il gioco del calcio da tavolo

Il calcio da tavolo è la trasformazione in chiave sportiva del gioco del subbuteo, nome di una versione commerciale del gioco del calcio in miniatura con il quale continuano a chiamarlo i vecchi ed i nuovi appassionati.
Le modalità di gioco, le strategie e finalità avvicinano questa disciplina al biliardo, al gioco della dama e degli scacchi.
L'equipaggiamento e le regole principali di gioco sono assai simili a quelle che caratterizzano il gioco del calcio, ma il modo di colpire la palla si concretizza con un tocco a punta di dito (flick), molto simile a quello impiegato nella carambola, inoltre è necessario disporre e mantenere la propria squadra in campo con senso di spiccata strategia, proprio come potrebbe avvenire su una scacchiera.

Regolamento di gioco e la casistica arbitrale

Regolamento del gioco del calcio da tavolo v. 5.0 del 01/09/2014

Note esplicative sulle nuove regole del 01/09/2014

Regolamento di gioco semplificato

Colpo di palla - Flick

Si colpisce la palla con l’unghia del dito indice e si hanno al massimo 3 tocchi consecutivi con la stessa miniatura, poi si deve colpire la palla con un’altra miniatura.

Possesso di palla

Se la si manca o se la palla colpisce un avversario, questa passa di possesso alla difesa. Se l’attaccante colpisce ogni miniatura sul campo prima di colpire la palla, è fallo con calcio di punizione per la difesa.

Piazzamenti difensivi

Per ogni colpo dell’attacco, la difesa ha una mossa difensiva senza poter colpire palla o avversario. Se la mossa difensiva colpisce la palla in movimento, si ha fallo con calcio di punizione per l‘attacco. Per i prinicipianti ad ogni mossa offensiva deve corrispondere una mossa difensiva. La mossa difensiva è obbligatoria ovvero l'attaccante deve attendere la mossa del difensore.

Calcio di punizione

Associazione

Calcio da tavolo

Federazioni e Circuiti
F.I.S.T.F.
F.I.S.C.T.
W.A.S.P.A

Materiali